Menu
A+ A A-

Fratelli al comando, primo mercato al via!

Come annunciato in corso d'asta iniziale ed illustrato nel regolamento 1516, nelle prime tre sessioni di mercato ogni fantallenatore deve completare uno dei tre ruoli di movimento (difensore, centrocampista o attaccante) aggiungendo un'unità senza alcuna necessità di svincolarne alcuna. Rimane a totale discrezione di ogni fantallenatore se operare questo acquisto nel primo o secondo turno di ognuno dei primi tre mercati. Alla fine del terzo mercato di riparazione tutte le rose devono essere così composte: 3p, 9d, 9c, 6a. Tutte le operazioni (svincoli ed acquisti) in entrata e uscita durante i mercati di riparazione vengono registrate a 0(zero) crediti.

Si parte stasera alle 20.00. Come al solito dall'ultimo via via salendo con la classifica.

Primo Turno

1 AC Picchia- 4nov dalle 20.00

2 AC Ferro - 4nov dalle 21.00

3 Giovani Marmotte - 4nov dalle 22.00

4 Fannulloni di Brunetta - 4nov dalle 23.00

5 TelecomA - 5nov dalle 08.00

6 Foiadsmaren - 5nov dalle 10.00

7 Reggiano - 5nov dalle 12.00

8 Genio e Pierrots- 5nov dalle 14.00

9 Longobarda - 5nov dalle 16.00

10 La Banda Fratelli- 5nov dalle 18.00

Secondo Turno

1 AC Picchia- 5nov dalle 19.00

2 AC Ferro - 5nov dalle 20.00

3 Giovani Marmotte - 5nov dalle 21.00

4 Fannulloni di Brunetta - 5nov dalle 22.00

5 TelecomA - 5nov dalle 23.00

6 Foiadsmaren - 6nov dalle 08.00

7 Reggiano - 6nov dalle 10.00

8 Genio e Pierrots- 6nov dalle 12.00

9 Longobarda - 6nov dalle 14.00

10 La Banda Fratelli- 6nov dalle 16.00


Venerdì 6 novembre alle ore 18.00 si chiuderà questa sessione e le rose saranno aggiornate.

Leggi tutto...

Si riparte dal biplete Reggiano e Pirati già corsari

Dopo una stagione in chiave interamente granata, tutta la pressione non poteva che indirizzarsi sulla finale di Supercoppa per la ricerca, da una parte, del triplete, dall'altra, di una rivincita dopo la Coppa sfuggita per uno sciagurato mezzo punto soltanto tre mesi fa. Questa volta non è stato il campo ad indirizzare il trofeo, ma la lotteria dei rigori che ha visto nei pirati abilissimi cecchini e, nei granata, la disperazione del Pipita che non ne infila uno dall'ultimo digiuno di Benitez.

Archiviato il primo titolo della stagione, tutta l'attenzione è rivolta alla prima di campionato che vede, come solito, grandi classiche sin da subito. La nuova Lupazzata Dipalo che attendeva i campioni granata impreziositi dal Pipita; la sfida tra grandi del passato che fronteggiava i nuovi Pierrots in Medley Milan-Juve alla nuova filiale di Casteldebole; il derby superclassico tra Pirati e Pubblica Sicurezza, la pirotecnica Longobarda al cospetto di un Brunetta in stile Nuova Cepu per Calciatori, per finire con la TelecomA più titolata al mondo contro i freschi honeymooners di Ferro.

Non arrivano grandi sorprese in una giornata che vedeva albeggiare un nuovo campionato colmo di facce e piedi nuovi, tuttavia sorprende la rotondità della vittoria dei ragazzi di Canà su Fannulloni un pò spaesati e i tre punti corsari della Foiadsmaren sul campo Pirata con la più classica delle arti avversarie. Pare la maledizione dello 0.5, ma questa volta Pelone ha di ché consolarsi.

Le vittorie, più o meno nette, di Pierrots e Pocci's non sono così convincenti da scacciare ogni preoccupazione e dovranno avere un seguito per distribuire consapevolezza e sicurezza. I prossimi tre turni in dieci giorni sapranno già indicarci la strada verso maggio?

Leggi tutto...

Finale!

Ultimo trofeo in palio per la stagione 2014-2015, poi tutti in vacanza per recuperare le energie e preparare le strategie per in nuovo avvincente campionato. Sabato 23 maggio alle 18.00 saranno di nuovo in campo la Banda Fratelli e i freschi campioni della Reggiano per il remake della finale 2012 che regalò la prima Coppa Maria ai pirati graize alla splendida prestazione di Marco Rigoni. Clicca per vedere il tabellone 2011-2012
Leggi tutto...

Pocci inchioda, dietro solo scaramucce

Dopo il passo falso in casa Foiera, Pocci riassapora la sconfitta sul campo del cognato e non approfitta del pareggio a lui favorevole nel bellissimo big match che vede sfidarsi le due più dirette inseguitrici. Operazione fuga rimandata, quindi, anche se il tesoretto sulla seconda, un'imprevedibile Reggiano, ammonta pur sempre a quattro punti. Il gruppo è bello compatto, con sette squadre in quattro punti, a confermare l'equilibrio di questo campionato, eccezion fatta per la TelecomA e per le due attardate in coda che faticano a trovare condizione. Nello scontro dei poveri ha la meglio Pisellone che trova il goal partita proprio con il discusso acquisto operato in settimana, Berardi, che entra e segna al 94° il matchball in una vera e propria mischia da calcio saponato. Per Renato Serra, con la controfigura del fratello scarso di Balotelli, è davvero crisi nera; o torna rapidamente SuperMario oppure El Comandante deve rassegnarsi ad una stagione di ripiego. Per la gran gioia dei più ingolfati, il campionato osserva un turno di riposo per le partite della nazionale; quelli infortunati e fuori condizione hanno qualche giorno in più per ritrovare forma e smalto dei tempi migliori. Tra quindici giorni si riprende e si riparte anche con la coppa.
Leggi tutto...

Quando lo 0,5 segna una stagione, Marmotte sole in vetta

Le Marmotte non mollan l'osso e ora che hanno guadagnato la vetta non la lasciano certo alla prima scaramuccia. Da dietro si fanno minacciosi Pierrots e Colchoneros, ma entrambi sembrano in momento di forma pirotecnico più che supportati da schemi e bel gioco. Unico fattor comune del gruppo di testa è l'assenza di un top player che possa risolvere una gara con una prodezza, ma le Marmotte tirano il peloton da inizio campionato e hanno l'organico più attrezzato per arrivare sino in fondo. Detto ciò, alla fine decide il campo e, sul campo, lasciare o guadagnare un piccolo, insignificante, mezzo punto può far girare una stagione. Ne sa qualcosa Jack che oggi perde per l'espulsione assurda del Tanke e manca il 66 proprio di 0,5; lo sa il Genio che centra la seconda delle ultime quattro vittorie raccogliendo tutti i mezzi punti possibili con un bel 72 netto; anche Oronzo torna sconfitto dalla Reggiano Arena per l'ammonizione di Pazzini che gli fa mancara il goal del pareggio per.... il solito 0,5. E nel gruppo non può certo mancare Brunetta che, per l'insicurezza di Romero, lascia due punti in una partita già vinta con Foia, sfiorando anche lui il 72. Mezzo punto sin qui ha fatto la classifica, ora in avanti assegnerà lo scudetto.

Leggi tutto...

Ciccio e Tanque, i Fratelli tornano a fare i corsari

Con la seconda vittoria consecutiva Jack porta i suoi uomini fuori dalle acque basse e pericolose della zona retrocessione e torna ad intravedere possibilità di podio. La lotta quest'anno è davvero serrata per ogni singola posizione (tranne forse l'ultima) grazie al grande equilibrio tra la qualità delle rose e, ormai, dei bravi tecnici alla guida delle dieci squadre. Una partita sbagliata o un rigore tirato in curva rischiano di far perdere tre o quattro posizioni in classifica e di qui alla fine ogni singolo dettaglio può fare la differenza. L'ultimo mercato, almeno per i pirati, ha segnato davvero la svolta stagionale riportando vigore e peso in attacco con l'innesto di "Ciccio" Emeghara (103 Kg), sin qui, grande protagonista della remuntada delle ultime giornate. Foia non si può che consolare con il gola del figliol prodigo D'Agostino che, se proprio si vuol vedere il bicchiere mezzo pieno, è bi buon auspicio per le ultime nove gare del torneo. La testa degli uomini in giallonero è già alla sfida di coppa con i Fannulloni di Brunetta, unico vero obbiettivo stagionale visti i nove punti di ritardo dalle Marmotte.

Leggi tutto...

Meglio un culo grande come un Palacio che un Palacio grande nel culo

Il prepartita non pareva presentare grandi insidie per gli uomini di Dipalo preoccupati più che ad attaccare a difendere il primato. Tutto sembrava avviato verso un pareggio scritto, inutile ai pirati, ma preziosissimo per i Colchoneros in chiave scudetto poi Capitan Sparrow (e quel busone di Stramaccioni) getta nella mischia il codin Palacio e in dieci minuti l'inerzia della partita subisce un contraccolpo. Con un uno-due l'argentino prima pareggia e poi porta in vantaggio i suoi rendendo la prodezza del Boa inutile alla causa biancorossa. Che la turbochiappa di Longiano abbia finito il carburante? Per il momento possiamo solo registrare il rientro di Cassano in gruppo dopo la forte lite con i vertici societari e tre punti di distacco dalla vetta.

Leggi tutto...

Le Marmotte alzano la cresta

Dopo l'occasione fallita domenica scorsa nel pareggio interno con la Foiadsmaren ecco il nuovo exploit dei blaugrana che si impongono con un sonoro 4-1 nella tana dei pirati e si portano a due soli punti dalla vetta. Ritrovato il vigore di Gilardino e Thereau e senza aver mai smarrito l'ispirazione di capitan Hamsik, le Marmotte sono nel bel mezzo della lotta scudetto con un buon stato di forma, a differenza, per esempio, dei ragazzi di Pocci, letteralmente imballati. Domenica si fa subito sul serio con la prima delle prossime quattordici battaglie per il titolo ed uno dei tanti scontri diretti che, di qui alla fine, segneranno in modo indelebile questo campionato. Si incontreranno i due team più in forma del momento con un piccolo vantaggio a favore delle Marmotte che affronteranno la Longobarda sul campo di casa. Mentre nell'altro big match la TelecomA, ancora in casa, avrà la possibilità di ripartire e lanciare la volata contro un AC Picchia dalle chiappe roventi.

Leggi tutto...

Pocci e Jack si dividono il bottino

Era l'occasione per entrambi per rimanere in scia di Dipalo e superare Oronzo, ma nessuna delle due squadre è riuscita a prevalere sull'altra nell'arco dei novanta minuti e ne esce un pareggio che sa di beffa e consente a quelli dietro di accorciare e ai Colchoneros di allungare. Alle prodezze dei pirati Hernanes e Palacio rispondono il panzer Klose e il giovane Lamela per i biancoviola; ora bisogna ricominciare a correre per non lasciarsi scappare Mattia, ma c'è subito l'occasione per Jack nel prossimo turno con lo scontro diretto tra le mura amiche: vietato sbagliare.

Leggi tutto...

Pirati al solo grido: "Tot inse int una volta!"

Il comandante di vascello Jack Sparrow si augura solo di non aver già esaurito il bonus anche perchè colpi di chiappa come l'ingresso di Sau potevano far comodo in altre occasioni. Grande squadra, ottimo collettivo, certo è che oggi il raccolto è davvero abbondante e si rischia di veder poi il terreno prosciugato di tutti i suoi frutti. Intanto i pirati guidano la classifica a punteggio pieno e vivono alla giornata godendosi il momento e affrontando partita dopo partita. La Longobarda esce con le ossicina rotte pur non demeritando, anzi, protagonista di un'ottima gara con la doppietta "inutile" del solito Lopez che molla l'osso sempre per ultimo. Quest'anno ci sentiamo di dire che la Longobarda andrà lontano e probabilmente vedremo gli uomini di Oronzo lottare ancora per qualcosa di improtante nelle ultime giornate. E' nelle possibilità di questa rosa ed è un dovere anche nei confronti dei tifosi dopo tre stagioni insipide e avarissime di emozioni.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS