Menu
A+ A A-

TelecomA - inferno, andata e ritorno

Dopo dodici mesi di rifondazione Pocci torna in vetta con un prorompente cinque a zero ai danni dei poveri colchoneros che devono pure fare i conti con l'infortunio del bomber Dzeko. Tre vittorie in quattro partite e primo posto in coabitazione con quella Longobarda che verrà affrontata sabato nel big match dal sapore di sfida scudetto.

Anche se quattro turni sono troppo pochi per tracciare un bilancio, nella parte alta la sinusoide biancoviola ha tutte le caratteristiche per una stagione al vertice, ma nei bassifondi Dipalo e Brunetta non devono disperare: il torneo è lungo e ci sono ampi spazi per grandi recuperi. In grossa difficoltà troviamo anche i campioni in carica che non riescono a levarsi dal pantano in coda nonostante i pesanti investimenti sul Pipita.

Ma c'è l'alibi infermeria, un pò per tutti, già piena e ingolfata in questo inizio di stagione come non mai. Chi ha perso il portierone, chi ha visto sfumare per un paio di mesi tutti i soldi investiti sul superbomber, ma non sono da sottovalutare nemmeno le ingenti perdite in mezzo al campo. La sosta nazionali accontenterà un pò tutti per i tempi di recupero, ma saranno quindici giorni strepitosi per chi farà suo il super big match prima della volata per Natale.

Leggi tutto...

Disfatta granata. Il Quaglia tiene Foia in vita

Nelle previsioni era un turno chiaramente favorevole a Reggiano, tuttavia l'orgoglio Colchoneros (eccezion fatta per il mister che si addormenta sulla distinta) si impone e i biancorossi giocano la partita della vita segnando il secondo goal delle ultime sei partite e bloccando sul nascere tutte le reazioni granata. Ne consegue una vittoria striminzita per Dipalo, seconda consecutiva, che permette l'aggancio ai campioni della TelecomA, mentre i ragazzi di Reggio limitano i danni soltanto grazie ai Fannulloni che bloccano la capolista sull'uno pari.

Tra gli inseguitori tiene il passo soltanto la Foiadsmaren che, grazie a un Quagliarella ritrovato, accorcia a cinque le lunghezze di ritardo dagli uomini di Oronzo. Nel mezzo regna la confusione, i pirati perdono malamente dopo un paio di belle vittorie, il Genio strapazza le Marmotte orfane del miglior Higuain e Ferro porta via un onesto pareggio a reti bianche a casa Pocci. In attesa della pubblicazione delle liste aggiornate siamo pronti per la nuova sessione di mercato che porterà nuova linfa a macchia di leopardo in tutte le squadre. Rimanete in allerta!

Leggi tutto...

Pocci pigliatutto, bacheca da paura

La truppa bianco-viola non si ferma nemmeno davanti ai calci di rigore e centra il filotto. Dopo aver conquistato scudetto e coppa nella scorsa stagione, porta a casa pure la supercoppa, ed è già la seconda. In sole tre stagioni mister Pocci ha vinto due scudetti, due coppe e, per non essere da meno, due supercoppe; ha fatto suoi sei dei nove trofei in palio. Forse la vittoria del Trofeo Moretti nella sua prima partita ufficiale rappresentava un segno premonitore. Quest'anno non partiva certo favorito viste le fatiche del mercato e la carestia nel reparto avanzato, ma al cospetto di un Brunetta in nuova veste FortApache, ha saputo reggere le offensive dei Fannulloni per poi colpire dal dischetto. Tuttavia, il campionato è molto lungo e la carenza di un attacco di peso potrebbe farsi sentire, soprattutto in concomitanza con gli impegni europei. La matricola AC Ferro non parte col piede giusto e fa compagnia a Picchia, Fannulloni e Marmotte a quota zero, mentre Reggiano e Longobarda pare abbiano trovato subito l'alchimia giusta e impongono il ritmo. Un paio di settimane e vedremo di che pasta son fatti.
Leggi tutto...

Pocci il cannibale si mangia Brunetta ed alza la coppa

  • Pubblicato in 13-14
La corazzata biancoviola non lascia briciole; a farne le spese i Fannulloni che ne escono con le ossa disintegrate e vengono asfaltati sul campo con un secco 0-4 che non lascia spazio a dubbi e recriminazioni. Seconda finale in questa stagione per Pocci, secondo trofeo. Questa squadra non fallisce un obbiettivo e il suo fantallenatore non sbaglia una mossa, dal mercato d'agosto ad ogni singola distinta da presentare ogni sabato. I due scudetti ed un secondo posto in tre campionati e una semifinale e due coppe in tre stagioni ne sono la prova. Non bastasse possiamo anche aggiungere il trofeo Moretti vinto in occasione dell'unica partecipazione, segnale che questa società non lascia nulla per strada.
Leggi tutto...

Pocci vince il triplete alla guida di un triplano!

  • Pubblicato in 13-14
Il sig. Rossi centra il secondo scudetto al terzo tentativo bissando il titolo del 2011 e infilando un magnifico triplete che mai, nella storia di Fantamaria, nessuno era riuscito a realizzare. Nemmeno le squadre storiche né le corazzate che militano in lega da ormai un ventennio avevano persino sfiorato una simile impresa. A memoria non si ricorda nemmeno l'accoppiata coppa-campionato, in ogni caso la stagione della TelecomA ha sfondato tutti i record e, dopo sole tre stagioni, ha già riempito la bacheca con 7 trofei sui 9 disponibili. I dirigenti biancoviola sono stati avvistati ieri sera nel parcheggio del Brico impegnati a caricare nel bagagliaio il nuovo mobilio in grado di contenere i freschi trofei appena vinti sul campo. Facile prevedere che nel prossimo turno Mr. Pocci schiererà le seconde linee per consentire ai titolari di dilettarsi con carta vetrata ed impregnante per lucidare la nuova casa delle coppe societarie. In una sola stagione la TelecomA ha frantumato i recordi di punti, goal fatti, punti GranPrix, vittorie e, ovviamente, trofei vinti. Inoltre ha sbaragliato nel finale la concorrenza dell'unica vera antagonista, la Foiadsmaren, che non ha potuto reggere i ritmi infernali imposti da Pocci ed ha ceduto di schianto allo sprint finale pagando un largo distacco. Comunque innegabile, come ogni anno per qualunque vincitore, che un signor sedere abbia spinto la biancoviola e abbia colmato le falle laddove classe e bonus fossero venuti a mancare. Ad ogni modo complimentoni a Pocci.
Leggi tutto...

Pocci riapre il campionato, Renato... il mercato

Si parte domani alle 12.00. Come al solito dall'ultimo via via salendo con la classifica.

Primo Turno

1Renato Serra - 12MAR dalle 12.00

2Longobarda - 12MAR dalle 15.00

3Banda Fratelli - 12MAR dalle 18.00

4Fannulloni di Brunetta - 12MAR dalle 21.00

5Genio e Pierrots - 12MAR dalle 22.00

6Giovani Marmotte - 12MAR dalle 23.00

7Reggiano - 13MAR dalle 00.00

8AC Picchia - 13MAR dalle 12.00

9TelecomA - 13MAR dalle 15.00

10Foiadsmaren - 13MAR dalle 18.00

Secondo Turno

1Renato Serra - 13MAR dalle 20.00

2Longobarda - 13MAR dalle 21.00

3Banda Fratelli - 13MAR dalle 22.00

4Fannulloni di Brunetta - 13MAR dalle 23.00

5Genio e Pierrots - 14MAR dalle 12.00

6Giovani Marmotte - 14MAR dalle 15.00

7Reggiano - 14MAR dalle 18.00

8AC Picchia - 14MAR dalle 20.00

9TelecomA - 14MAR dalle 21.00

10Foiadsmaren - 14MAR dalle 22.00

Possibilmente termine ultimo alle ore 00.00 del venerdì 14 marzo per aggiornare le rose.
Leggi tutto...

Foia non si ferma più, Pocci sbatte su Dipalo

La Foiadsmaren guadagna un punto sulla seconda, ma è il riferimento che cambia; infatti non c'è più la brigata Pocci alle calcagna della capolista, ma ci sono i Colchoneros che quest'anno non vogliono proprio saperne di arrivare dietro a chicchesia. Dopotutto uscire con i tre punti dalla Telecom Arena non è cosa di tutti giorni, ma in questo caso vale pure il sorpasso in classifica e ciò che più conta, permette ai biancorossi di non perder terreno dalla banda giallonera che, a sua volta, si è disfatta del cognato del derby in famiglia. Domenica arrivano impegni, sulla carta, di poco conto e la volata pare protrarsi fino all'ultima giornata... dipende sempre con chi ha voglia di giocare Kulovic, chiaro! In coda continua la rincorsa della Renato Serra che ormai ha nel mirino Longobarda e Banda Fratelli, sempre più alle prese col fattore rogna.
Leggi tutto...

Foia prova la fuga, tutti gli altri sul mercato

Si parte domani alle 15.00. Come al solito dall'ultimo via via salendo con la classifica.

Primo Turno

1Renato Serra - 5FEB dalle 15.00

2Longobarda - 5FEB dalle 18.00

3Banda Fratelli - 5FEB dalle 20.00

4Genio e Pierrots- 5FEB dalle 21.00

5Fannulloni di Brunetta - 5FEB dalle 22.00

6Reggiano - 5FEB dalle 23.00

7Giovani Marmotte - 6FEB dalle 00.00

8AC Picchia - 6FEB dalle 12.00

9TelecomA - 6FEB dalle 15.00

10Foiadsmaren - 6FEB dalle 18.00

Secondo Turno

1Renato Serra - 6FEB dalle 20.00

2Longobarda - 6FEB dalle 21.00

3Banda Fratelli - 6FEB dalle 22.00

4Genio e Pierrots - 6FEB dalle 23.00

5Fannulloni di Brunetta - 7FEB dalle 00.00

6Reggiano - 7FEB dalle 12.00

7Giovani Marmotte - 7FEB dalle 15.00

8AC Picchia - 7FEB dalle 18.00

9TelecomA - 7FEB dalle 20.00

10Foiadsmaren - 7FEB dalle 21.00

Leggi tutto...

Pocci e Sello di nuovo al trotto, Reggiano rompe

Primo tonfo casalingo per i granata, pesante nel risultato e negli effetti; ora è la TelecomA a guidare la classifica e saranno proprio i bianco-viola, sabato prossimo, ad ospitare l'undici di Veltias per decidere il campione d'inverno al giro di boa. E proprio in boa i blaugrana di Pisellone, con una manovra d'autore, hanno la possibilità d'infilare la prua davanti a parecchie imbarcazioni avversarie. Dopo una partenza molto difficile, infatti, le Marmotte hanno saputo risalire la china col duro lavoro in allenamento e pochi, ma importantissimi innesti in corsa, che hanno saputo finalizzare il grande impegno di tutta la squadra. Su tutti spicca il giovane Berardi che impala Reggiano con una tripla e porta aria d'alta classifica in casa Marmotte, ormai abituate a questi palcoscenici e a lottare per il titolo. Sulla scia delle Marmotte si fan vedere anche i Pierrots con il loro caratteristico approccio da dietro; le squadre del Genio partono piano a settembre per poi riprendere solitamente di slancio, dopo il ritiro invernale al caldo di Dubai, con un richiamino di preparazione che consente maggiore freschezza rispetto agli avversari. Anche la Foiadsmaren riprende la marcia dopo le due sconfitte consecutive che l'avevano allontanata dalla vetta; ora il primo scalino dista solo tre lunghezze e chiudere il girone d'andata con trenta punti sarebbe un ottimo auspicio per un evnetuale vittoria a maggio. In coda arriva la vittoria scaccia crisi dei pirati che allontanano nubi oscure dalla testa del proprio allenatore e salpano verso lidi più tranquilli. In fondo al gruppo continua la serie nera della Renato Serra che incappa nella nona sconfitta stagionale e naviga ben sette punti sotto la media retrocessione delle ultime stagioni; nemmeno il Busogna, da quando il torneo è a dieci squadre, era riuscito a far peggio. Vedremo se El Comandante saprà tirar fuori qualcosa di buono dai suoi prima del giro di boa.
Leggi tutto...

Reggiano in fuga, è l'Ano buono?

La granata se ne va! Chi? Cosa? Come? Veltias si cala nei panni del miglior Pantani e caccia una spinta micidiale sui pedali lasciando impietriti tutti gli avversari, colti da overdose di acido lattico ed incapaci di andare a chiudere sul fuggitivo. "Vai tu?" sembra dire Pocci, "Andate voi.." sussurra Jack nel totale sconforto; "Vo io!!!" urla il Genio, prima d'ingrovellare la catena e farsi risucchiare dal peloton. Tutti col manubrio in mano a fissare il prossimo tornante, l'asfalto caldo e quei pedali che diventano sempre più ingolfati. Nessuno tiene il passo, tantomeno il cognato dalla moto scorta che, sul tornante più ricurvo, sbiella e manda il motore in fumo. Nell'affanno generale chi più tardava ora pare rientrare e la classifica si torna ad accorciare. Bando ai versi, questa volta Reggiano fa sul serio; molla tre pere al cognato e scappa a tre punti mentre Pocci s'impappina sulla distinta ufficiale del venerdì e il Genio si fa riacchiappare da un Brunetta con Civati nel motore. L'unico sorriso è quello di Renato che ritrova nel miglior momento un Balotelli esplosivo che affonda da solo l'intera flotta Pirata. Reggiano prepara l'allungo e lascia agli inseguitori le battaglie per la scia. Il campionato, dopo anni, sembra aver trovato un nuovo protagonista.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS