Menu
A+ A A-

Pocci goditi lo scudetto

Mai finale fu più pirotecnico. Pareva tutto già  scritto prima del calcio d'inizio, e pareva tutt'altro subito dopo. C'èra chi già  festeggiava dalle parti di Longiano e chi si disperava minacciando di volersi immolare sul tetto del Famila. Alla fine la spunta la matricola, i biancoviola di Pocci, partiti a mille ad inizio stagione per poi inchiodare e perdere per strada il faro della squadra, quell'Antonio Cassano che avrebbe potuto rendere più facile e meno cardiopatico questo finale di stagione. In fondo, ciò che conta è vincere e Mr. Pocci ha raggiunto l'obbiettivo contro ogni pronostico, sbeffeggiato da tutti dopo il mercato di settembre per il suo centrocampo settebellezze ed il suo attacco di mezzeseghe. E ora si può godere alla grande la sua rivincita e dare il via ai festeggiamenti per una vittoria splendida che vede le prime quattro squadre in soli due punti, ma i vincitori, comunque, in vantaggio con tutti i vinti in un'eventuale classifica avulsa. Gioia Pocci, te la meriti. E un caffè se lo merita pure la Longobarda direi.

Torna in alto