Menu
A+ A A-

Marmotte stellari, ma Pocci si traveste da Dart Fener

Match altamente spettacolare quello che si gioca a casa Pocci e che vede protagoniste le ultime due vincitrici del titolo. Parton forte le Marmotte che colgono la super prestazione del Principe Milito che rifila due pere alla Signora allo Juventus Stadium, ma vedono svanire subito il vantaggio nei primi minuti del pomeriggio quando il Papu sigla doppietta ed assist per il suo Catania. Decisivo ancora una volta il giovane Lamela che spezza l'equilibrio raggiunto a suon di goal dai vari Toni, Paci, Rodriguez e Cuadrado e permette a Pocci di centrare una splendida vittoria e mantenere invariato il distacco dalla culolista. Ora toccherà proprio ai Colchoneros vedersela con le Marmotte, ferite e furiose per la sconfitta, nel tentativo di tener lontani gli inseguitori.

Leggi tutto...

Pocci e Jack si dividono il bottino

Era l'occasione per entrambi per rimanere in scia di Dipalo e superare Oronzo, ma nessuna delle due squadre è riuscita a prevalere sull'altra nell'arco dei novanta minuti e ne esce un pareggio che sa di beffa e consente a quelli dietro di accorciare e ai Colchoneros di allungare. Alle prodezze dei pirati Hernanes e Palacio rispondono il panzer Klose e il giovane Lamela per i biancoviola; ora bisogna ricominciare a correre per non lasciarsi scappare Mattia, ma c'è subito l'occasione per Jack nel prossimo turno con lo scontro diretto tra le mura amiche: vietato sbagliare.

Leggi tutto...

Corazzata Pocci, Foia sotto i cingoli

L'ennesima partita senza acuti di una grigia Foiadsmaren segna la stagione in modo indelebile. Gli uomini di Foia fanno il loro compitino sospingendosi oltre quota 66 grazie anche al bonus casalingo, ma non possono nulla contro la corazzata bianco-viola che nelle partite del pomeriggio segna su ogni campo. Apre El Papu al Massimino e in mezz'ora Klose già la chiude con un terribile uno-due; Lamela e Bergessio non fanno che infierire. Foia è giustificato solo dal calnedario, forse il più difficile tra i dieci, ma sono troppo pochi i 392 punti messi in cascina nelle prime sei giornate per poter recriminare sulle chiappe avversarie. Ora biosgna rimboccarsi le maniche, andare in ritiro e poche pugnette! La cultura del lavoro paga sempre.

Leggi tutto...

Pocci, buona la prima. Supercoppa a casa

  • Pubblicato in Coppa

La TelecomA di Pocci dà conitnuità alla tradizione che vede sempre la squadra detentrice dello scudetto portarsi a casa anche la Supercoppa nella stagione successiva, siamo a 3 su 3 dal 2010, anno di istituzione del trofeo. Uscito non completamente soddisfatto dal mercato, Pocci si consola da subito col primo trofeo stagionale e vede il morale dello spogliatoio innalzarsi alle stelle per una vittoria importante, meritata, contro una squadra di blasone che in campo ha comunque fatto la sua parte. Ad ogni modo, ieri i bianco-viola erano davvero in condizione da finalissima e, a parte il portiere chiaramente in luna storta, i 10 undicesimi di movimento erano tutti in giornata di grazia, primi fra tutti i due bomber Klose e Bergessio che hanno già recapitato il loro biglietto da visita alla prossima sfidante in campionato.

Leggi tutto...

Pocci goditi lo scudetto

  • Pubblicato in 11-12

Mai finale fu più pirotecnico. Pareva tutto già  scritto prima del calcio d'inizio, e pareva tutt'altro subito dopo. C'èra chi già  festeggiava dalle parti di Longiano e chi si disperava minacciando di volersi immolare sul tetto del Famila. Alla fine la spunta la matricola, i biancoviola di Pocci, partiti a mille ad inizio stagione per poi inchiodare e perdere per strada il faro della squadra, quell'Antonio Cassano che avrebbe potuto rendere più facile e meno cardiopatico questo finale di stagione. In fondo, ciò che conta è vincere e Mr. Pocci ha raggiunto l'obbiettivo contro ogni pronostico, sbeffeggiato da tutti dopo il mercato di settembre per il suo centrocampo settebellezze ed il suo attacco di mezzeseghe. E ora si può godere alla grande la sua rivincita e dare il via ai festeggiamenti per una vittoria splendida che vede le prime quattro squadre in soli due punti, ma i vincitori, comunque, in vantaggio con tutti i vinti in un'eventuale classifica avulsa. Gioia Pocci, te la meriti. E un caffè se lo merita pure la Longobarda direi.

Leggi tutto...

Pocci ce l'ha in mano

Sneijder indica la strada, i compagni la imboccano a tutta velocità. Grande partita e meritata vittoria al cospetto di una Longobarda spigolosa con le insidie Cavani e Marchisio. Ma i ragazzi in bianco e viola non si lasciano spaventare dal pareggio ospite e continuano ad assediare la porta difesa da Abbiati per sognare ancora. Sono Pirlo e Palacio a trainare la TelecomA in testa alla classifica affondando il colpo del 2-1 e sfiorando addirittura il 3-1. Con questi tre punti Pocci supera di slancio Marmotte e Renato Serra e si lascia dietro un'AC Picchia che sta facendo un mutuo con la chiappa. Ad ogni modo Pocci è¨ avanti ed è l'unico a potersi permettere di non guardare cosa avverrÃà sugli altri campi nel prossimo e ultimo turno di campionato. Il destino è in mano sua e per laurearsi campiona sarà  sufficiente un punto, uno solo, perchè in caso di parità di punti il Pocci sarebbe in vantaggio con Dipalo per goal fatti, con Renato per scontri diretti e con Marmotte per goal fatti.

Leggi tutto...

Frenan tutti, Pocci ci crede

Due giornate al termine con 3 squadre in un punto e lo scontro fratricida Marmotte-Renato all'ultimo turno. Pocci vede concrete possibilità di vittoria, sia per un calendario più favorevole, ma, soprattutto, per il big match del 5 maggio che gli potrebbe spianare la strada verso lo scudetto all'esordio. Il difficile incontro in casa dei Pirati pareva avviarsi verso un fastidiosissimo pareggio dopo la doppietta di Ibra, ma la caparbietà  (e un pò di culo) dei bianco-viola consente la scalata oltre quota 72 e i tre punti sono in saccoccia. Dopotutto la Banda presenta tra le proprie fila parecchi elementi che non hanno più obbiettivi per cui lottare e un calo di rendimento è naturale in queste condizioni. Occhio alla finale di coppa tra una settimana, bisonga recuperare tutte le forze e ogni stimolo.

Leggi tutto...

Oronzo con l'ultimo Eder, Reggiano in fuorigioco

Nonostante la cilecca di Cavani Oronzo impatta i Colchoneros grazie all'ultimo sigillo e all'ultima presenza di Eder nella massima serie per questa stagione (passaggio ufficiale alla Sampdoria in B). Dipalo trova la doppia di Totti contro un Cesena alle Maldive, ma paga dazio col portiere che piglia cinque pere nella città degli arancini. Tuttavia può ritenersi fortunato visto il penalty fallito da Cavani che avrebbe certamente sancito la sconfitta e il contemporaneo passo falso delle Marmotte che gli permettono comunque di guadagnare una lunghezza in classifica. L'altro scontro del 18° turno deciso sul filo di lana è quello che vedeva i granata affrontare la spuntata TelecomA: anche qui dopo le partite del pomeriggio pareva tutto già segnato e, invece, il posticipo sfodera due goal dei centravanti schierati da Veltias che pareggiano la doppia di Palacio. Pocci, in ogni caso, muove la classifica e non perde terreno dalla capolista rimanendo aggrappato a soli quattro punti.
Leggi tutto...

La Banda le suona a Pocci

Goleada inaspettata dei pirati alla ex capolista in una giornata di calendario che non pareva particolarmente favorevole, eppure il solito Ibra e la doppia del Mattia senese spazzano via quel che rimane di una grigia TelecomA, spuntata e sbiadita, reduce dai probabili bagordi natalizi. Vittoria che sarebbe arrivata anche senza il fortunoso ingresso in campo di Destro, schierato in panchina di Jack, ma non è questa la vera fortuna... la chiappa vera è quando si incontra spesso qualcuno che non segna, non quando ti entra uno dalla panchina che non influisce sul risultato se non per la dimensione. Longobarda, Reggiano, Renato e Brunetta piangono per dei pareggi che suonano come sconfitte (perchè quando fai due goal ti aspetti di vincere) e vedono allontanarsi la vetta della classifica.
Leggi tutto...

Pocci svecchia anche Zambrotta

Abbiamo un nuovo leader. Sello abdica di fronte a cotanta qualità, ma rimane saldamente al terzo posto e si rimbocca le maniche per affrontare un Dipalo, dopo la pausa, che non ha mai vinto in trasferta. Intanto Pocci è letteralmente in brodo di giuggiole; nonostante la dipartita del giocatore di maggior talento per problemi al cuore, trovano la forza di affrontare e battere i campioni in carica con il goal del sempreverde Zambrotta e una buona prestazione generale, eccezion fatta per il solo Nenè. Ora sul cammino di Pocci si mette di traverso un Brunetta quanto mai battagliero con il suo alfiere Di Natale e il gioiellino Ramirez che ha sfiorato il colpaccio per mezzo punto in casa di una Renato Serra tradita da un autogoal di Lodi. Campionato davvero combattuto e aperto ad ogni risultato con tante formazioni in lizza per la vittoria finale e nemmeno noi, oggi, riusciamo ad individuare e pronosticare la possibile vincitrice anche se la qualità della TelecomA e il culo di Pocci sembrano davvero una gran bella coppia.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS