Menu
A+ A A-

Fratelli al comando, primo mercato al via!

Come annunciato in corso d'asta iniziale ed illustrato nel regolamento 1516, nelle prime tre sessioni di mercato ogni fantallenatore deve completare uno dei tre ruoli di movimento (difensore, centrocampista o attaccante) aggiungendo un'unità senza alcuna necessità di svincolarne alcuna. Rimane a totale discrezione di ogni fantallenatore se operare questo acquisto nel primo o secondo turno di ognuno dei primi tre mercati. Alla fine del terzo mercato di riparazione tutte le rose devono essere così composte: 3p, 9d, 9c, 6a. Tutte le operazioni (svincoli ed acquisti) in entrata e uscita durante i mercati di riparazione vengono registrate a 0(zero) crediti.

Si parte stasera alle 20.00. Come al solito dall'ultimo via via salendo con la classifica.

Primo Turno

1 AC Picchia- 4nov dalle 20.00

2 AC Ferro - 4nov dalle 21.00

3 Giovani Marmotte - 4nov dalle 22.00

4 Fannulloni di Brunetta - 4nov dalle 23.00

5 TelecomA - 5nov dalle 08.00

6 Foiadsmaren - 5nov dalle 10.00

7 Reggiano - 5nov dalle 12.00

8 Genio e Pierrots- 5nov dalle 14.00

9 Longobarda - 5nov dalle 16.00

10 La Banda Fratelli- 5nov dalle 18.00

Secondo Turno

1 AC Picchia- 5nov dalle 19.00

2 AC Ferro - 5nov dalle 20.00

3 Giovani Marmotte - 5nov dalle 21.00

4 Fannulloni di Brunetta - 5nov dalle 22.00

5 TelecomA - 5nov dalle 23.00

6 Foiadsmaren - 6nov dalle 08.00

7 Reggiano - 6nov dalle 10.00

8 Genio e Pierrots- 6nov dalle 12.00

9 Longobarda - 6nov dalle 14.00

10 La Banda Fratelli- 6nov dalle 16.00


Venerdì 6 novembre alle ore 18.00 si chiuderà questa sessione e le rose saranno aggiornate.

Leggi tutto...

Si riparte dal biplete Reggiano e Pirati già corsari

Dopo una stagione in chiave interamente granata, tutta la pressione non poteva che indirizzarsi sulla finale di Supercoppa per la ricerca, da una parte, del triplete, dall'altra, di una rivincita dopo la Coppa sfuggita per uno sciagurato mezzo punto soltanto tre mesi fa. Questa volta non è stato il campo ad indirizzare il trofeo, ma la lotteria dei rigori che ha visto nei pirati abilissimi cecchini e, nei granata, la disperazione del Pipita che non ne infila uno dall'ultimo digiuno di Benitez.

Archiviato il primo titolo della stagione, tutta l'attenzione è rivolta alla prima di campionato che vede, come solito, grandi classiche sin da subito. La nuova Lupazzata Dipalo che attendeva i campioni granata impreziositi dal Pipita; la sfida tra grandi del passato che fronteggiava i nuovi Pierrots in Medley Milan-Juve alla nuova filiale di Casteldebole; il derby superclassico tra Pirati e Pubblica Sicurezza, la pirotecnica Longobarda al cospetto di un Brunetta in stile Nuova Cepu per Calciatori, per finire con la TelecomA più titolata al mondo contro i freschi honeymooners di Ferro.

Non arrivano grandi sorprese in una giornata che vedeva albeggiare un nuovo campionato colmo di facce e piedi nuovi, tuttavia sorprende la rotondità della vittoria dei ragazzi di Canà su Fannulloni un pò spaesati e i tre punti corsari della Foiadsmaren sul campo Pirata con la più classica delle arti avversarie. Pare la maledizione dello 0.5, ma questa volta Pelone ha di ché consolarsi.

Le vittorie, più o meno nette, di Pierrots e Pocci's non sono così convincenti da scacciare ogni preoccupazione e dovranno avere un seguito per distribuire consapevolezza e sicurezza. I prossimi tre turni in dieci giorni sapranno già indicarci la strada verso maggio?

Leggi tutto...

Disfatta granata. Il Quaglia tiene Foia in vita

Nelle previsioni era un turno chiaramente favorevole a Reggiano, tuttavia l'orgoglio Colchoneros (eccezion fatta per il mister che si addormenta sulla distinta) si impone e i biancorossi giocano la partita della vita segnando il secondo goal delle ultime sei partite e bloccando sul nascere tutte le reazioni granata. Ne consegue una vittoria striminzita per Dipalo, seconda consecutiva, che permette l'aggancio ai campioni della TelecomA, mentre i ragazzi di Reggio limitano i danni soltanto grazie ai Fannulloni che bloccano la capolista sull'uno pari.

Tra gli inseguitori tiene il passo soltanto la Foiadsmaren che, grazie a un Quagliarella ritrovato, accorcia a cinque le lunghezze di ritardo dagli uomini di Oronzo. Nel mezzo regna la confusione, i pirati perdono malamente dopo un paio di belle vittorie, il Genio strapazza le Marmotte orfane del miglior Higuain e Ferro porta via un onesto pareggio a reti bianche a casa Pocci. In attesa della pubblicazione delle liste aggiornate siamo pronti per la nuova sessione di mercato che porterà nuova linfa a macchia di leopardo in tutte le squadre. Rimanete in allerta!

Leggi tutto...

Genio ancora avanti, ma l'equilibrio incalza

Archiviato il primo mercato di riparazione, il torneo entra nel vivo e chi fa sul serio non può permettersi di perdere terreno sin da ora e si trova già in testa al gruppo. Dopo l'egemonia di Pocci e del Genio con lo squillo dell'allora matricola Marmotte, l'edizione di quest'anno sembra aver finalmente trovato un suo equilibrio con cinque squadre, forse sei, che potrebbero arrivare a contendersi lo scudetto fino all'ultima giornata. Sulle prime cinque non v'è dubbio, e per la classifica attuale, e per la rosa a disposizione, ma anche per lo stato di forma (delle chiappe, s'intende); tuttavia non ci sentiamo di escludere un Brunetta in chiara difficoltà, ma con un parco giocatori di prim'ordine e un Apache Allegrisferico. Le altre quattro, salvo miracoli, possono già virare i loro obbiettivi sulla coppa ormai alle porte, Marmotte su tutti, non abituate alle lotte dei bassifondi dovranno faticare non poco per riguadagnare posizioni con più ossigeno. Ad ogni modo, tranquilli, l'obbiettivo grigliata è facilmente alla portata di tutti!
Leggi tutto...

Pocci inchioda, dietro solo scaramucce

Dopo il passo falso in casa Foiera, Pocci riassapora la sconfitta sul campo del cognato e non approfitta del pareggio a lui favorevole nel bellissimo big match che vede sfidarsi le due più dirette inseguitrici. Operazione fuga rimandata, quindi, anche se il tesoretto sulla seconda, un'imprevedibile Reggiano, ammonta pur sempre a quattro punti. Il gruppo è bello compatto, con sette squadre in quattro punti, a confermare l'equilibrio di questo campionato, eccezion fatta per la TelecomA e per le due attardate in coda che faticano a trovare condizione. Nello scontro dei poveri ha la meglio Pisellone che trova il goal partita proprio con il discusso acquisto operato in settimana, Berardi, che entra e segna al 94° il matchball in una vera e propria mischia da calcio saponato. Per Renato Serra, con la controfigura del fratello scarso di Balotelli, è davvero crisi nera; o torna rapidamente SuperMario oppure El Comandante deve rassegnarsi ad una stagione di ripiego. Per la gran gioia dei più ingolfati, il campionato osserva un turno di riposo per le partite della nazionale; quelli infortunati e fuori condizione hanno qualche giorno in più per ritrovare forma e smalto dei tempi migliori. Tra quindici giorni si riprende e si riparte anche con la coppa.
Leggi tutto...

Calendario ok, si parte il 22.9 con Genio-Marmotte

Calendari pubblicati e tabellone di coppa al completo. Parte la stagione 2013-2014 con la sfida scudetto dell'ultimo campionato tra i campioni in carica dei Pierrots e i rivali blaugrana condotti da Pisellone. Come anticipato alla cena sociale, al fine di comprimere il calendario e non ridurre il numero di confronti, avremo una giornata doppia in occasione del 13° turno di serie A, in programma il weekend del 23-24 novembre, che vedrà disputare sia le gare della fantagiornata 10 che quella della 11. Variati anche i confronti, quest'anno, dopo le innumerevoli richieste da parte di alcuno. Ci si domanda ancora se non valga la pena introdurre le panchine lunghe con 12 elementi, visti anche i numerosi confronti terminati in meno di 22 uomini nella passata stagione, ma se ne parlerà in sede d'asta, mercoledì 18 settembre ore 20.00. La prima giornata, subito dopo, apre il torneo nel weekend del 21-22 settembre che vedrà pure la supercoppa, il torneo Moretti (US Renato Serra - Reggiano) e il trofeo Berlusconi (Foiadsmaren - Banda Fratelli).
Leggi tutto...

Genio, incredibile bis! Festeggia il muro giallo

  • Pubblicato in 12-13

La cavalcata del Genio, dopo sette vittorie consecutice, rimbalza contro la Foiadsmaren, ma mai smusata fu più dolce. Arrivano, infatti, piacevolissime notizie dal campo di Brunetta dove le Marmotte, obbligate a vincere, non vanno oltre il pareggio. Così si apre la festa per quello che è il secondo titolo dei Pierrots, senz'altro il più bello per l'evolersi degli eventi ed il susseguirsi di emozioni con una prima parte di stagione totalmente in sordina per poi esplodere e dilagare nel finale, conquistando la vetta a soli due turni dal termine. Ma sentiamo il mister bicampeon. "Siamo forti, siamo pure fortunati non c'è dubbio, la fortuna ci vuole per vincere, ma la fortuna premia chi osa e, noi, abbiamo osato alla grande! Ringrazio tutti i ragazzi che non hanno mai mollato nemmeno quando le cose andavano male, ma essere in cima alle classifiche fantamister e lasciare sempre pochissimi punti negli spogliatoi qualcosa significa e questo è il miglior premio che potessimo ricevere". Continua la festa, assolutamente inaspettata soltanto fino ad un paio di settimane fa, ma non dimentichiamo nemmeno gli avversari che hanno reso questo campionato avvincente, spettacolare ed ancora una volta incerto fino all'ultima giornata.

Leggi tutto...

Genio Bagnoli, Pierrots come il Verona del '85

Non è vero che i sogni non avverano mai. Quelli del Genio si sono avverati improvvisamente, uno ad uno, nel corso del campionato per poi esplodere definitivamente il 12 maggio. Esattamente come accadeva quasi vent'anni fa all'incredibile Verona che vince lo scudetto il 12 maggio 1985 arrivando davanti a squadre ben più farcite di campioni e con portafogli sensibilmente più gonfi. Una splendida favola che trova tante similitudini con i Pierrots che hanno alzato il loro secondo scudetto quest'anno galleggiando per buona parte della stagione ai piani mediobassi per poi infilare le magnifiche sette vittorie consecutive che hanno consentito il grande sorpasso e la vittoria del titolo. Ricordiamo chi più si è distinto nella rosa dei nuovi campioni: Borriello, da tanti snobbato, si è rivelato il bomber scudetto con 10 fantareti all'attivo; Danilo e Barzagli i migliori difensori della squadra e gli uomini più utilizzati dal mister; Gigi Buffon, come spesso accade, miglior portiere del torneo; Goran Pandev riscoperto trequartista e assistman; Allan, vera e propria scoperta del mister, lanciato come centromediano metodista e, ultimo, ma non meno importante, Massimo Ambrosini, capitano e leader della sqaudra anche con sole due presenze visti i numerosi acciacchi. Si riparte, dunque, a settembre con una nuova finale per i Pierrots con un altro trofeo in palio; questa volta sarà la TelecomA la sfidante che separa il Genio dalla seconda supercoppa.

Leggi tutto...

Genio, incredibile bis! Festeggia il muro giallo

  • Pubblicato in 12-13

La cavalcata del Genio, dopo sette vittorie consecutice, rimbalza contro la Foiadsmaren, ma mai smusata fu più dolce. Arrivano, infatti, piacevolissime notizie dal campo di Brunetta dove le Marmotte, obbligate a vincere, non vanno oltre il pareggio. Così si apre la festa per quello che è il secondo titolo dei Pierrots, senz'altro il più bello per l'evolersi degli eventi ed il susseguirsi di emozioni con una prima parte di stagione totalmente in sordina per poi esplodere e dilagare nel finale, conquistando la vetta a soli due turni dal termine. Ma sentiamo il mister bicampeon. "Siamo forti, siamo pure fortunati non c'è dubbio, la fortuna ci vuole per vincere, ma la fortuna premia chi osa e, noi, abbiamo osato alla grande! Ringrazio tutti i ragazzi che non hanno mai mollato nemmeno quando le cose andavano male, ma essere in cima alle classifiche fantamister e lasciare sempre pochissimi punti negli spogliatoi qualcosa significa e questo è il miglior premio che potessimo ricevere". Continua la festa, assolutamente inaspettata soltanto fino ad un paio di settimane fa, ma non dimentichiamo nemmeno gli avversari che hanno reso questo campionato avvincente, spettacolare ed ancora una volta incerto fino all'ultima giornata.

Leggi tutto...

Genio All in, cala il pokerissimo

I Pierrots infilano la cinquina e rimangono aggrappati alle Marmotte in chiara fuga scudetto. Rimangono quattro finali e dodici punti in palio di qui a fine campionato e l'impressione è quella che si deciderà tutto nello scontro diretto a due turni dal termine. Certo è che il Genio non perde da otto turni, un intero girone, proprio contro i Colchoneros dove lasciò tre punti facili facili, dimenticando di inviare la distinta ufficiale. Ma questa volta c'è ben altro in palio che non la semplice stracittadina, qui ci si gioca il titolo e chi perde mollerà la possibilità di coltivare un sogno e dovrà guardarsi pure le spalle per non rischiare anche il podio. Le Marmotte avranno presumibilmente vita facile con il fanalino di coda Reggiano, qualificatosi a sorpresa per la finale di coppa, perciò potranno concentrarsi sin da subito sullo scontro diretto, crocevia per quello che potrebbe essere il secondo scudetto in tre anni.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS