Menu
A+ A A-

TelecomA - inferno, andata e ritorno

Dopo dodici mesi di rifondazione Pocci torna in vetta con un prorompente cinque a zero ai danni dei poveri colchoneros che devono pure fare i conti con l'infortunio del bomber Dzeko. Tre vittorie in quattro partite e primo posto in coabitazione con quella Longobarda che verrà affrontata sabato nel big match dal sapore di sfida scudetto.

Anche se quattro turni sono troppo pochi per tracciare un bilancio, nella parte alta la sinusoide biancoviola ha tutte le caratteristiche per una stagione al vertice, ma nei bassifondi Dipalo e Brunetta non devono disperare: il torneo è lungo e ci sono ampi spazi per grandi recuperi. In grossa difficoltà troviamo anche i campioni in carica che non riescono a levarsi dal pantano in coda nonostante i pesanti investimenti sul Pipita.

Ma c'è l'alibi infermeria, un pò per tutti, già piena e ingolfata in questo inizio di stagione come non mai. Chi ha perso il portierone, chi ha visto sfumare per un paio di mesi tutti i soldi investiti sul superbomber, ma non sono da sottovalutare nemmeno le ingenti perdite in mezzo al campo. La sosta nazionali accontenterà un pò tutti per i tempi di recupero, ma saranno quindici giorni strepitosi per chi farà suo il super big match prima della volata per Natale.

Leggi tutto...

Pocci il cannibale si mangia Brunetta ed alza la coppa

  • Pubblicato in 13-14
La corazzata biancoviola non lascia briciole; a farne le spese i Fannulloni che ne escono con le ossa disintegrate e vengono asfaltati sul campo con un secco 0-4 che non lascia spazio a dubbi e recriminazioni. Seconda finale in questa stagione per Pocci, secondo trofeo. Questa squadra non fallisce un obbiettivo e il suo fantallenatore non sbaglia una mossa, dal mercato d'agosto ad ogni singola distinta da presentare ogni sabato. I due scudetti ed un secondo posto in tre campionati e una semifinale e due coppe in tre stagioni ne sono la prova. Non bastasse possiamo anche aggiungere il trofeo Moretti vinto in occasione dell'unica partecipazione, segnale che questa società non lascia nulla per strada.
Leggi tutto...

Pocci vince il triplete alla guida di un triplano!

  • Pubblicato in 13-14
Il sig. Rossi centra il secondo scudetto al terzo tentativo bissando il titolo del 2011 e infilando un magnifico triplete che mai, nella storia di Fantamaria, nessuno era riuscito a realizzare. Nemmeno le squadre storiche né le corazzate che militano in lega da ormai un ventennio avevano persino sfiorato una simile impresa. A memoria non si ricorda nemmeno l'accoppiata coppa-campionato, in ogni caso la stagione della TelecomA ha sfondato tutti i record e, dopo sole tre stagioni, ha già riempito la bacheca con 7 trofei sui 9 disponibili. I dirigenti biancoviola sono stati avvistati ieri sera nel parcheggio del Brico impegnati a caricare nel bagagliaio il nuovo mobilio in grado di contenere i freschi trofei appena vinti sul campo. Facile prevedere che nel prossimo turno Mr. Pocci schiererà le seconde linee per consentire ai titolari di dilettarsi con carta vetrata ed impregnante per lucidare la nuova casa delle coppe societarie. In una sola stagione la TelecomA ha frantumato i recordi di punti, goal fatti, punti GranPrix, vittorie e, ovviamente, trofei vinti. Inoltre ha sbaragliato nel finale la concorrenza dell'unica vera antagonista, la Foiadsmaren, che non ha potuto reggere i ritmi infernali imposti da Pocci ed ha ceduto di schianto allo sprint finale pagando un largo distacco. Comunque innegabile, come ogni anno per qualunque vincitore, che un signor sedere abbia spinto la biancoviola e abbia colmato le falle laddove classe e bonus fossero venuti a mancare. Ad ogni modo complimentoni a Pocci.
Leggi tutto...

Foia prova la fuga, tutti gli altri sul mercato

Si parte domani alle 15.00. Come al solito dall'ultimo via via salendo con la classifica.

Primo Turno

1Renato Serra - 5FEB dalle 15.00

2Longobarda - 5FEB dalle 18.00

3Banda Fratelli - 5FEB dalle 20.00

4Genio e Pierrots- 5FEB dalle 21.00

5Fannulloni di Brunetta - 5FEB dalle 22.00

6Reggiano - 5FEB dalle 23.00

7Giovani Marmotte - 6FEB dalle 00.00

8AC Picchia - 6FEB dalle 12.00

9TelecomA - 6FEB dalle 15.00

10Foiadsmaren - 6FEB dalle 18.00

Secondo Turno

1Renato Serra - 6FEB dalle 20.00

2Longobarda - 6FEB dalle 21.00

3Banda Fratelli - 6FEB dalle 22.00

4Genio e Pierrots - 6FEB dalle 23.00

5Fannulloni di Brunetta - 7FEB dalle 00.00

6Reggiano - 7FEB dalle 12.00

7Giovani Marmotte - 7FEB dalle 15.00

8AC Picchia - 7FEB dalle 18.00

9TelecomA - 7FEB dalle 20.00

10Foiadsmaren - 7FEB dalle 21.00

Leggi tutto...

Pocci e Sello di nuovo al trotto, Reggiano rompe

Primo tonfo casalingo per i granata, pesante nel risultato e negli effetti; ora è la TelecomA a guidare la classifica e saranno proprio i bianco-viola, sabato prossimo, ad ospitare l'undici di Veltias per decidere il campione d'inverno al giro di boa. E proprio in boa i blaugrana di Pisellone, con una manovra d'autore, hanno la possibilità d'infilare la prua davanti a parecchie imbarcazioni avversarie. Dopo una partenza molto difficile, infatti, le Marmotte hanno saputo risalire la china col duro lavoro in allenamento e pochi, ma importantissimi innesti in corsa, che hanno saputo finalizzare il grande impegno di tutta la squadra. Su tutti spicca il giovane Berardi che impala Reggiano con una tripla e porta aria d'alta classifica in casa Marmotte, ormai abituate a questi palcoscenici e a lottare per il titolo. Sulla scia delle Marmotte si fan vedere anche i Pierrots con il loro caratteristico approccio da dietro; le squadre del Genio partono piano a settembre per poi riprendere solitamente di slancio, dopo il ritiro invernale al caldo di Dubai, con un richiamino di preparazione che consente maggiore freschezza rispetto agli avversari. Anche la Foiadsmaren riprende la marcia dopo le due sconfitte consecutive che l'avevano allontanata dalla vetta; ora il primo scalino dista solo tre lunghezze e chiudere il girone d'andata con trenta punti sarebbe un ottimo auspicio per un evnetuale vittoria a maggio. In coda arriva la vittoria scaccia crisi dei pirati che allontanano nubi oscure dalla testa del proprio allenatore e salpano verso lidi più tranquilli. In fondo al gruppo continua la serie nera della Renato Serra che incappa nella nona sconfitta stagionale e naviga ben sette punti sotto la media retrocessione delle ultime stagioni; nemmeno il Busogna, da quando il torneo è a dieci squadre, era riuscito a far peggio. Vedremo se El Comandante saprà tirar fuori qualcosa di buono dai suoi prima del giro di boa.
Leggi tutto...

Reggiano stringe le chiappe, Pocci e Dipalo due segugi

I granata, in evidente giornata no, riescono comunqnue a strappare un buon punto in casa del fanalino di coda Renato Serra alle prese con un vero e proprio digiuno dal goal dall'ormai lontano 6 dicembre, data anche dell'ultima vittoria con doppietta di Super Mario. Dietro, i due più agguerriti inseguitori non si fanno scappare l'occasione e rosicchiano due lunghezze alla capolista. Mattia archivia la pratica Pirati con un secco 3-1 figlio di un'ottima prestazione dell'eterno Kakà; Pocci, invece, sorride amaro perchè la doppietta del sempreverde Toni che spiana Foiera è rovinata dal brutto infortunio di Rossi che rivedrà il campo verde solo a fine marzo; intanto altri tre punti sono in cascina, i dirigenti, poi, penseranno ad un sostituto sul mercato. Si fanno vicine anche le Marmotte che non tradiscono la loro tradizione e, pian piano, hanno risalito la classifica a suon di vittorie dopo una partenza semidisastrosa; ora il nuovo impianto di gioco di Mr Miserocchi sembra essere stato assimilato dai giocatori e la squadra, in campo, si muove a memoria. Anche i Pierrots, che devono difendere il titolo, si avvicinao ai primi pur con un rendimento a singhiozzo; ora il Genio deve soltanto trovare continuità per puntare al podio e riservare un gustoso finale di stagione ai suoi sperando in qualche fumata degli avversari. Sabato si riparte subito con un altro grande big match nelle zone alte dove Mattia dovrà respingere gli attacchi della gendarmeria per evitare il sorpasso.
Leggi tutto...

Pocci inchioda, dietro solo scaramucce

Dopo il passo falso in casa Foiera, Pocci riassapora la sconfitta sul campo del cognato e non approfitta del pareggio a lui favorevole nel bellissimo big match che vede sfidarsi le due più dirette inseguitrici. Operazione fuga rimandata, quindi, anche se il tesoretto sulla seconda, un'imprevedibile Reggiano, ammonta pur sempre a quattro punti. Il gruppo è bello compatto, con sette squadre in quattro punti, a confermare l'equilibrio di questo campionato, eccezion fatta per la TelecomA e per le due attardate in coda che faticano a trovare condizione. Nello scontro dei poveri ha la meglio Pisellone che trova il goal partita proprio con il discusso acquisto operato in settimana, Berardi, che entra e segna al 94° il matchball in una vera e propria mischia da calcio saponato. Per Renato Serra, con la controfigura del fratello scarso di Balotelli, è davvero crisi nera; o torna rapidamente SuperMario oppure El Comandante deve rassegnarsi ad una stagione di ripiego. Per la gran gioia dei più ingolfati, il campionato osserva un turno di riposo per le partite della nazionale; quelli infortunati e fuori condizione hanno qualche giorno in più per ritrovare forma e smalto dei tempi migliori. Tra quindici giorni si riprende e si riparte anche con la coppa.
Leggi tutto...

Niubbo Pocci alza la coppa, nessuno come lui

  • Pubblicato in 12-13

La TelecomA è davvero una squadra incredibile: in sole due stagioni ha vinto tutto quello che si poteva vincere. E' l'unica squadra che poò conservare in bacheca tutti i quattro trofei delle competizioni organizzate dalla lega. Alla prima apparizione, lo scorso anno, mr Pocci ha subito conquistato il trofeo Moretti a settembre per poi bissare con una vittoria ben più importante e significativa a maggio con lo scudetto. Quest'anno, seconda stagione, Pocci parte subito vincendo la Supercoppa e guida la classifica in campionato fino a gennaio; rimane sempre nei piani alti e conclude con un ottimo secondo posto, ma centra la vittoria in coppa battendo Reggiano alla seconda finale consecutiva. Nessuno avrebbe potuto pronosticare un avvio migliore per la compaine biancoviola nella lega Fantamaria, nemmeno Pocci stesso avrebbe pensato di poter ottenere risultati di questo tipo in così poco tempo. E pensare che molti avversari lo avevano etichettato come niubbo... beh, si sarn ricreduti! Ora, la prossima stagione sarà molto dura confermarsi, perchè migliorare è davvero impossibile.

Leggi tutto...

Tornano le punte, Pocci vede il podio

I biancoviola tornano alla vittoria dopo sette turni di digiuno e respingono le velleità di sorpasso della Foiadsmaren che, prima dell gara, era attardata di soli due punti. A compiere il sorpasso, quindi, è proprio la Telecoma che supera i pirati in attesa dello scontro di domenica e tallona i Colchoneros ad una sola lunghezza per centrare l'obbiettivo podio e vincere l'agguerrita concorrenza di quelle tre o quattro squadre che possono ancora combattere per la piazza d'onore. Tuttavia la notizia più importante per mister Pocci è il ritorno al goal dei suoi attaccanti che hanno visto sbloccarsi nella stessa giornata sia Lamela che Bergessio; era da troppo tempo, infatti, che Dzemaili sosteneva il peso di tutta la squadra con le sue prodezze balistiche da distanze siderali. Ora manca soltanto Klose all'appello, ma siamo convinti che il vecchio panzer tedesco si farà trovare pronto per la prossima finale di coppa che vede la TelecomA sfidare i granata di Reggiano.

Leggi tutto...

Miracolo granata, Reggiano bis. Emozione Pocci

  • Pubblicato in Coppa

Finale inedita e quantomai imprevedibile con due attori del tutto particolari: TelecomA campione in carica ma decisamente sottotono dall'inizio del 2013, Reggiano in stagione buia e fanalino di coda da settembre. Proprio i granata di Veltias hanno la possibilità di rifarsi dopo la sconfitta dello scorso anno per mano della Banda Fratelli con la doppietta di Ibrahimovic e la tripletta di Rigoni. Pocci, invece, può riuscire per primo nell'impresa di vincere due trofei nella stessa stagione e, addirittura tre in dodici mesi.Escono di scena con un pizzico di sfortuna i Fannulloni di Brunetta e la Renato Serra che saluta la competizione dopo il settimo tiro dal dischetto con l'errore decisivo di Thiago Ribeiro dopo quello di Pjanic.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS