Menu
A+ A A-

Coppa Materasso!

Avvincente finale di Coppa Maria sul neutro di Bari la Dipalese ha la meglio sui campioni uscenti della Banda Fratelli che non partivano favoriti a causa dei pesanti forfait di Ciccio Caputo e Robin Gosens. Molti gli ex di lusso: Dybala, Morata, DeVry e Vlaovich. Dirige l’incontro, ovviamente Cinciripini di Ascoli.

Subito avanti gli uomini di capitan Jack con uno splendido cucchiaio del serbo che trafigge Reina. Pronta la risposta dei colchoneros: è proprio una palombella dell’ex Alvaruccio che trafigge un incolpevole Handanovic. Squadre ben messe in campo con un predominio territoriale dei verde-oro, doppia occasione per Rodrigo Dipaolo ma Reina compie il miracolo. Pirotecnici gli ultimi minuti: prima una magia del giovane talento Mihaila (da poco sbarcato in Italia con un barcone di profughi) illude la Banda Fratelli ma a tempo scaduto l’arbitro concede un contestatissimo rigore e il buon Luigi Muriel porta l’incontro sul 2 a 2.

Oramai rassegnati ai calci di rigore, dove la Banda Fratelli può schierare una serie di infallibili tiratori, ecco che l’arbitro Manuel CInciripini estrae il suo magico taccuino e, con l’incredulità di tutti, dispone la disputa dei tempi supplementari al posto dei calci di rigore, il tutto pare, a causa di un emendamento al regolamento passato in sordina con l’ultimo d.p.c.a. Squadre stanche ma mai dome quand’ecco che il buon Dipa estrae il jolly inserendo un fin qui opaco Gervinho il quale, sfruttando un fortunoso rimpallo infila la porta di un incredulo Handanovic. Grande festa durante tutta la notte al Vicente Calderon per il primo agognato ma meritato trofeo di AC Picchia.

Leggi tutto...

Foia da sballo, è coppa!

  • Pubblicato in 10-11
E' una vera e propria favola. DOpo il girone d'andata si pensava al tracollo, ma mr. Foiera ha tirato su i suoi e con un girone di ritorno con un ritmo da capolista ha centrato sesto posto e finale di coppa... vincendola! Sfiorato il colpaccio già nei primi 90 con un bel 71,5, sfiorato nuoivamente nei supplementari con un 19, avvinghiato ai rigori con 3 reti a 2 delle Marmotte, mai dome. Tempo di festeggiamenti, giusti e meritati, ma poi subito al lavoro per costruire la squadra che l'anno prossimo punta a Supercoppa e Campionato.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS